Cookies are small files stored in your browser. They are used for technical, functional and analytics purposes. By continuing to browse our website you are agreeing to how we use cookies. You can change your browser cookie settings at any time.

Avionews TV

Visita agli stabilimenti di Thales Alenia Space

Fervono i preparativi agli stabilimenti di Roma di Thales Alenia Space (Tas) in vista del 26 marzo 2019, data della messa in orbita tramite il razzo vettore Soyuz degli ultimi 4 satelliti della costellazione O3b che garantiranno le telecomunicazioni nella fascia di Terra compresa tra i due tropici, dove le infrastrutture sono carenti. Un importante successo per l'azienda (jv tra Thales al 67% e Leonardo al 33%) che -come ha spiegato l'ad di Thales Alenia Space italia Donato Amoroso- ha nelle "telecomunicazioni il settore chiave dell'azienda, che occupa la maggioranza degli ordini annuali". Inoltre, Tas lavora anche nello sviluppo, progettazione e realizzazione dei satelliti "per la difesa, per il monitoraggio del clima terrestre e per l'esplorazione spaziale, sia per quel che riguarda i satelliti sia i lander e i rover inclusi nei programmi dell'Agenzia spaziale europea (Esa)", ha spiegato Amoroso.